Parliamo di... Giovani parlamentari nel mondo

  • 04 Marzo 2019
    • Parlamenti nel mondo
Parliamo di... Giovani parlamentari nel mondo

È consultabile online Youth participation in national parliaments 2018, l'ultimo rapporto dell'Unione interparlamentare (UIP o, in inglese, IPU) sulla presenza di giovani nelle assemblee legislative dei diversi paesi del mondo.

La UIP, ovvero l'organizzazione internazionale che riunisce a livello globale i membri dei Parlamenti democraticamente eletti, ha da alcuni anni fra i suoi temi prioritari di lavoro quello di promuovere la partecipazione delle giovani generazioni alla vita politica e istituzionale. 

Risale al 2013 l'istituzione, nel suo ambito, del Forum dei giovani parlamentari, nato per tenere le fila delle iniziative volte a favorire una maggiore presenza di giovani nei parlamenti e a garantire loro gli strumenti per svolgere appieno il proprio ruolo. A partire dal 2014 la UIP ha poi dato avvio a una raccolta periodica di dati riscontrabili, funzionali all'elaborazione di statistiche sul tema e di rapporti di sintesi come quello appena pubblicato. Sul piano metodologico il Forum ha ritenuto di estendere la definizione di "giovani" ai parlamentari fino ai 45 anni, così da poter includere nell'analisi anche le Camere alte che hanno di frequente requisiti minimi di età per essere eletti relativamente elevati.

Il Rapporto 2018 si fonda su dati relativi a 202 camere di 150 paesi, provenienti da più fonti: le risposte fornite dagli stessi Parlamenti a un questionario inviato dalla UIP; i dati accessibili online sui siti web dei Parlamenti; le relazioni svolte nell'ambito del Forum dei giovani parlamentari; interviste a loro rivolte; consultazioni online.

La possibilità di comparare le informazioni raccolte nel 2018 con i dati acquisiti nel 2014 e 2016 ha permesso ai curatori del Rapporto di riscontrare un leggero incremento nel numero dei giovani parlamentari in diversi paesi del mondo, seppure in maniera non omogenea. L'analisi ha anche permesso di constatare la presenza di un maggior equilibrio di genere tra i parlamentari più giovani rispetto a quanto è osservabile tra i loro colleghi di età superiore, elemento che, emerge nel Rapporto, è considerato come aspetto essenziale di una accresciuta presenza giovanile nei parlamenti.

Tentando di individuare i parametri sui quali misurare e valutare la presenza dei giovani nei parlamenti, e tenendo naturalmente conto dei diversi contesti in cui le singole istituzioni si collocano, il Rapporto si interroga poi su quali siano i maggiori ostacoli alla partecipazione dei giovani alla vita politica e istituzionale e su quali fattori possano avere un impatto positivo sull'allargamento della rappresentanza alle nuove generazioni.

Il Rapporto propone infine alcune raccomandazioni su iniziative e meccanismi che possono essere messi in campo per promuovere il coinvolgimento e la partecipazione delle giovani generazioni nella vita politica e istituzionale, sul piano locale e nazionale, così come in ambito internazionale, illustrando anche strategie e strumenti adottati a questo scopo in alcuni paesi.

Per saperne di più
Leggi il Rapporto 2018 (inglese e francese)
Vedi l'infografica 2018 (inglese e francese)

Leggi il Rapporto 2016  (inglese e francese)
Vedi l'infografica 2015 (inglese e francese)

 

Nella foto, tratta dal sito della UIP, un momento della quinta Conferenza globale dei giovani parlamentari (Baku, 14-15 dicembre 2018)