Diventiamo custodi del territorio e della cultura

  • Premio
  • Anno scolastico 2019-2020
  • Presentato da IC di Porto Viro, Porto Viro (Rovigo)

Art. 27 - comma 1
Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.

Diventiamo custodi del territorio e della cultura

MOTIVAZIONE: Il progetto nasce dalla volontà di promuovere un'educazione a una cittadinanza consapevole e attiva, basata sullo studio e sulla valorizzazione del territorio di appartenenza: il Parco Regionale Veneto del Delta del Po che, formatosi grazie all'azione congiunta della natura e dell'uomo. Esso verrà indagato non solo dal punto di vista geomorfologico e ambientale, ma anche in quanto depositario di un importantissimo patrimonio culturale che, in virtù del suo immenso valore, deve essere studiato e conservato. Gli alunni diventeranno dei veri e propri custodi della loro terra, consapevoli della specificità ma anche della fragilità del loro ambiente, valuteranno possibili opportunità di sviluppo sostenibile e ne faranno riemergere anche la storia, il mito, la memoria. MODALITè€ DI SVOLGIMENTO E DI APPROFONDIMENTO: L'unità di apprendimento si articolerà in una macrostruttura che si svilupperà partendo da uno scenario (il Delta del Po), che costituirà lo sfondo integratore di tutto il percorso formativo. FASE 1: Incontro con l'autore. Lo stimolo iniziale sarà offerto dall'incontro con il deputato della Repubblica Diego Crivellari, che presenterà agli alunni la propria opera "Scrittori e mito nel Delta del Po". Questo appuntamento rappresenterà il punto di partenza di un importante viaggio che li condurrà alla condivisione di valori e obiettivi comuni e all'acquisizione di una coscienza dell'identità culturale della loro comunità di appartenenza. I miti. A classi aperte, gli alunni affronteranno lo studio dei miti legati al Delta del Po: Fetonte, gli Argonauti, Eridano, gli uomini coccodrillo. La memoria. Continuando il percorso di ricerca e ricostruzione del passato, gli studenti indagheranno su abitudini e oggetti oggi scomparsi, e coSI nonni, zii, conoscenti diventeranno delle importanti "fonti vive". FASE 2: Alla scoperta del territorio. Gli alunni affronteranno lo studio dei particolari habitat dal punto di vista vegetazionale e faunistico. Definiranno delle ipotesi progettuali in funzione di una riqualificazione di alcune zone degradate, supportati da una visione di sviluppo economico sostenibile. Incontreranno associazioni, enti e personalità locali che si adoperano per la tutela e la valorizzazione del territorio. FASE 3: In questa fase si richiederà agli alunni una partecipazione attiva che li vedrà impegnati in prima persona per sensibilizzare i cittadini e la comunità ad una maggiore responsabilità verso l'ambiente. Presenteranno, in più occasioni, i diversi prodotti frutto del presente progetto che li avrà sicuramente fatti crescere personalmente e socialmente, preparandoli a diventare cittadini responsabili e consapevoli. PRODOTTI FINALI 1) Presentazione di tutto il progetto alla cittadinanza attraverso una lezione tenuta dagli stessi alunni che illustreranno i diversi prodotti multimediali realizzati. 2) Realizzazione di vari articoli che verranno pubblicati sul sito della scuola. 3) Organizzazione, alla fine dell'anno scolastico, di un "Viaggio sentimentale", uno spettacolo teatrale che verrà realizzato all'interno dell'area dunosa di Porto Viro dove gli spettatori saranno accompagnati dagli alunni-cantastorie, nella rievocazione di miti e modi di dire. DOCUMENTAZIONE E DIFFUSIONE DEL PROGETTO La diffusione sul territorio del progetto avrà luogo attraverso le formule di più recente attuazione:sito della scuola, reti di promozione culturale, stampa, associazioni,eventi pubblici. I prodotti multimediali realizzati e tutta la documentazione di progetto saranno pubblicati in uno spazio web per la diffusione e la replicabilità dello stesso, oltre che per la valorizzazione e la promozione della storia e della cultura del territorio. La documentazione riguardante l'attività di monitoraggio e valutazione sarà raccolta in una relazione finale che evidenzierà i punti di forza e di debolezza e che comprenderà report e/o grafici che saranno resi pubblici e consultabili all'interno dell'istituto.

Il progetto “Diventiamo custodi del territorio e della cultura” realizzato dalla classe 1 A (attuale 2 A) è nato dalla volontà di promuovere un’educazione a una cittadinanza consapevole e attiva, basata sullo studio e sulla valorizzazione del territorio di appartenenza: il Parco Regionale Veneto del Delta del Po. L’intero consiglio di classe ha progettato un’unità di apprendimento articolata in una macrostruttura sviluppata a partire da uno scenario (il delta del Po), che ha costituito lo sfondo integratore di tutto il percorso formativo. Lo stimolo iniziale è stato offerto dall’incontro con il deputato della Repubblica Diego Crivellari, che ha presentato agli alunni la propria opera “Scrittori e mito nel Delta del Po”. Questo appuntamento ha rappresentato il punto di partenza di un importante viaggio che ha condotto l’intera classe alla condivisione di valori e obiettivi comuni e all’acquisizione di una coscienza dell’identità culturale della comunità di appartenenza. A classi aperte, gli alunni hanno successivamente affrontato lo studio dei miti legati al delta del Po: Fetonte, gli Argonauti, Eridano, gli uomini coccodrillo. Continuando il percorso di ricerca e ricostruzione del passato, hanno quindi indagato su abitudini e oggetti oggi scomparsi, e così nonni, zii e conoscenti sono diventati delle importanti “fonti vive”. All’interno del comune di Porto Viro è presente il parco archeologico “Le Dune”, un sito che riveste una notevole importanza dal punto di vista storico, geomorfologico e naturalistico, soggetto a vincolo idrogeologico e paesaggistico-ambientale: guidati dagli esperti del parco, gli studenti hanno potuto conoscere le dune fossili, raccogliendo informazioni e reperti che hanno successivamente studiato in classe. Dopo aver intervistato il Prefetto di Rovigo, dr.ssa Maddalena De Luca, hanno capito che il nostro territorio è molto vulnerabile e che è importante un’attività di previsione e prevenzione dei fenomeni per proteggere la vita stessa dei cittadini. L’intervista all’assessore regionale Cristiano Corazzari li ha resi consapevoli del fatto che la salvaguardia di questo immenso patrimonio naturalistico non rappresenta solamente un’importante condizione per la conservazione della biodiversità, ma diventa elemento imprescindibile di benessere sociale e di crescita economica solidale. A questo punto, gli alunni hanno pensato di invitare a scuola tre papà che svolgono le loro attività proprio in simbiosi con l’ambiente deltizio, adattandosi di volta in volta alle condizioni mutevoli, talvolta precarie, che la natura presenta, affinché potessero raccontare le loro esperienze. La partecipazione e il coinvolgimento dei genitori, che hanno mostrato foto, video e testimonianze, hanno rappresentato un valore aggiunto al progetto. L’ascolto diretto è stato sicuramente molto diverso da una semplice ricerca in internet e ha permesso di passare dalla teoria alla pratica. Ritenendo importante una loro partecipazione attiva, gli studenti si sono impegnati in prima persona per sensibilizzare i cittadini e la comunità a una maggiore responsabilità verso l’ambiente, aderendo all’iniziativa del quotidiano “Il Resto del Carlino” che ha permesso loro di diventare dei veri e propri giornalisti e di scrivere alcune pagine di giornale nella sezione dedicata alle scuole “Cronisti in classe”. Aiutati dall’insegnante di arte e immagine, i ragazzi si sono quindi interrogati su quali fossero gli spazi degradati della loro città che avrebbero voluto far rivivere e hanno elaborato delle ipotesi progettuali in funzione di una loro riqualificazione. La chiusura anticipata delle scuole e le rigide misure imposte dalla situazione di emergenza sanitaria non hanno permesso loro di incontrare il Sindaco per presentare personalmente i loro progetti, ma questi sono stati ugualmente inviati al primo cittadino della città. Tra gli appuntamenti finali del progetto, gli studenti avevano programmato anche un “viaggio sentimentale”, uno spettacolo teatrale che avrebbe visto gli alunni-cantastorie accompagnare gli spettatori all’interno dell’area dunosa di Porto Viro, rievocando miti e modi di dire. Non rassegnandosi all’inattività, hanno voluto lo stesso darsi da fare, organizzando una rappresentazione teatrale semi-seria in videoconferenza. Il viaggio degli alunni dell’attuale classe 2 A non è ancora giunto al termine: li aspettano alcuni importanti appuntamenti che questo periodo di isolamento ha solamente interrotto, non di certo accantonato: • presenteranno personalmente al sindaco i loro progetti di riqualificazione urbana; • incontreranno la scrittrice Mirella Pregnolato che descriverà la sua ricerca sui proverbi e sui modi di dire locali; • produrranno finalmente il loro Viaggio sentimentale. Indiscutibilmente, questo progetto ha offerto agli alunni l’opportunità di rafforzare i principi dell’impegno e della responsabilità personali nei confronti del “bene comune” rappresentato dal patrimonio territoriale, storico, culturale e paesaggistico, favorendo il senso di appartenenza alla comunità. Compresi i valori collettivi della cittadinanza, i ragazzi si sono sentiti coinvolti in prima persona diventando dei veri e propri “custodi della memoria” della loro terra, consapevoli della specificità, dell’importanza storico-critica, ma anche della fragilità del loro territorio, rendendosi promotori di comportamenti tesi a conservare e tramandare alle future generazioni questo assetto ambientale.

Blog

  • 02 Dicembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Ma non finisce qui…

    Il nostro viaggio, in realtà, non è giunto al termine: ci aspettano importanti appuntamenti che questo periodo di isolamento ha solamente interrotto, non di certo accantonato:

    • Presenteremo al sindaco di Porto Viro i nostri progetti di riqualificazione urbana;
    • …

  • 02 Dicembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    E adesso… autovalutiamoci!

    Oggi abbiamo svolto il questionario di autovalutazione del lavoro svolto.
    Abbiamo riflettuto su ciò che abbiamo realizzato grazie a questo progetto e su ciò che è rimasto dentro ognuno di noi.
    Questo momento di riflessione ci ha permesso di far …

  • 30 Novembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Il nostro progetto in un’unità di apprendimento

    La realizzazione di un progetto interdisciplinare come questo implica la condivisione, all’interno del Consiglio di Classe, di una progettazione coordinata che si prefigga di perseguire non solo competenze disciplinari, ma anche competenze trasversali, desunte dai documenti nazionali vigenti.
    Proprio per …

  • 30 Novembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    La nostra intervista all’assessore regionale Cristiano Corazzari

    Il nostro progetto ha previsto, lunedì 31 novembre, una tappa davvero interessante. La nostra classe ha potuto intervistare, in videoconferenza, l’assessore regionale a Territorio, cultura, sicurezza, flussi migratori, caccia e pesca, dott. Cristiano Corazzari. Dopo aver spiegato quali funzioni riveste …

  • 20 Novembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Andar per erbe

    Oggi vogliamo presentarvi la nostra ricerca sulle erbe spontanee del Polesine: usate in cucina o nella preparazione di tisane, offrono ottime opportunità per beneficiare delle proprietà che queste ci possono offrire. Quando l’uomo divenne agricoltore stanziale, si ebbe la più …

  • 13 Novembre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Importanti riconoscimenti per il nostro lavoro

    Siamo lieti di annunciare che alcuni prodotti che abbiamo realizzato all’interno del nostro progetto hanno ricevuto degli importanti riconoscimenti:
    • Il giornale “Il Resto del Carlino” ha attribuito al nostro istituto il secondo premio nell’ambito del campionato provinciale di giornalismo. …

  • 25 Ottobre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    In viaggio tra le tradizioni popolari

    In questo primo mese di scuola, abbiamo voluto continuare il nostro studio delle tradizioni locali, scoprendo e indagando la nostra cultura contadina fatta di fede, lavoro, sacrificio, condivisione e di altri valori che oggi ci sembrano persino dimenticati. Come l’albero …

  • 07 Ottobre 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Un rientro carico di.. emozioni!

    Finalmente siamo tornati a scuola. Quest’anno siamo ripartiti con tanta voglia di ricominciare un percorso bruscamente interrotto e di riappropriarci della “normalità”.Una normalità differente, però, senza abbracci, senza contatto fisico, senza tanti gesti che eravamo abituati a esternare in classe. …

  • 19 Giugno 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    La nostra lettera al Prefetto

    Buongiorno, signor Prefetto,
    siamo gli alunni della classe 1 A della scuola secondaria di primo grado “San Domenico Savio” di Porto Viro, quegli stessi alunni che hanno avuto l’onore, il 4 febbraio, di “essere invitati a colazione da lei” per …

  • 30 Maggio 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Il nostro teatro… a distanza

    Ci abbiamo messo tutti noi stessi, in questa didattica a distanza, ci siamo trovati catapultati in una nuova dimensione e l’abbiamo affrontata, alla grande anche.
    Abbiamo imparato a utilizzare la piattaforma per le videolezioni in streaming, abbiamo imparato a comunicare …

  • 21 Maggio 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Chef in erba . Racconti e ricette di giovani cuochi alle prese con la tradizione.

    L’impegno che ci siamo ripromessi di diventare custodi della nostra cultura ci avrebbe portato anche a riscoprire le ricette legate alla nostra tradizione.
    Per questo, in accordo con la Pro Loco, avevamo organizzato un vero e proprio laboratorio di cucina …

  • 09 Maggio 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    “La città che vorrei”. Progetti di rigenerazione urbana - “Urban renewal”

    All'inizio del mese di febbraio, la nostra professoressa di arte ci ha proposto un interessante progetto: ci ha chiesto di interrogarci su quali erano gli spazi degradati della nostra città che avremmo voluto far rivivere. Ne è nato un acceso …

  • 01 Maggio 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Il Parco Regionale Delta del Po e l’assessore Cristiano Corazzari

    Lunedì 9 marzo 2020: da tempo avevamo appuntato sul nostro diario questa data importantissima per il nostro progetto: quel giorno, infatti, sarebbe dovuto venire a trovarci a scuola l’avvocato Cristiano Corazzari, assessore della Regione Veneto referente per le seguenti materie: …

  • 27 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Le dune fossili: “Alla ricerca della spiaggia perduta”

    Qualche giorno prima della chiusura della scuola, abbiamo visitato il Parco Archeologico “Le Dune”, un sito appartenente al nostro comune che riveste una notevole importanza dal punto di vista storico, geomorfologico e naturalistico e, per questo motivo, costituisce un Sito …

  • 23 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Genitori in cattedra raccontano la loro professione

    Dato che l’obiettivo finale del nostro progetto è lo studio del delta del Po, abbiamo pensato di invitare a scuola tre papà che svolgono le loro attività proprio in simbiosi con l’ambiente deltizio, adattandosi di volta in volta alle condizioni …

  • 21 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Sicurezza e territorio: abbiamo incontrato il Prefetto per parlare di delta

    Dopo aver studiato le caratteristiche del nostro delta, abbiamo capito che questo territorio è molto vulnerabile e che è importante un’attività di previsione e prevenzione dei fenomeni per proteggere la vita stessa dei cittadini, ma anche il patrimonio della comunità. …

  • 18 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Alla scoperta del delta del Po

    “Siete guide turistiche che devono guidare una comitiva di visitatori a conoscere meglio il grande Parco del Delta del Po. Dovete realizzare una brochure fatta di itinerari, di storie, di fotografie che presenti tutte le bellezze di questa terra unica”: …

  • 17 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Le nostre tradizioni: modi di dire e filastrocche

    I modi di dire sono frutto soprattutto della tradizione orale e risalgono a un comune fondo culturale che mescola lingue, costruzioni sintattiche, parlati e dialetti. Ancora oggi permangono detti e frasi di uso comune nell'ancora misterioso nostro parlare del delta …

  • 15 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Una leggenda del delta del Po: gli uomini coccodrillo

    La leggenda della presenza di uomini coccodrillo nel Polesine è nota da tempo: c’è chi dice che questi esseri ancestrali abitassero la terra al tempo dei draghi, e che con il passare del tempo fossero stati costretti a ritirarsi nelle …

  • 14 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Giasone e gli Argonauti

    Secondo il mito greco, gli Argonauti furono degli eroi che derivarono il nome dalla loro nave, Argo, e che navigarono lungo tutto il mondo conosciuto allora.
    Il termine Argonauta significa letteralmente “navigante con Argo”.
    La leggenda narra che Giasone per …

  • 09 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Eridano e Fetonte

    Il fiume Po ha anche un altro nome che risale all'antica Grecia: Eridano, che significa “città di comando presso un fiume”.
    Il Po si ritrova nel mito di Fetonte, figlio del dio Febo Apollo, che implorò il padre affinché gli …

  • 06 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Tra i miti del delta del Po

    Ad un certo punto, è toccato a noi lavorare in prima persona! La nostra scuola ha attivato un percorso di studio dei miti ambientati nel delta del Po a classi aperte.
    Questo ha significato che per quattro settimane, le due …

  • 04 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Incontro con l’autore Diego Crivellari

    Il nostro viaggio nella tradizione letteraria del nostro territorio è iniziato con l’incontro con un autore importante, il prof. Diego Crivellari, docente della scuola secondaria di secondo grado, ma anche consulente editoriale e deputato della Repubblica, che è venuto a …

  • 01 Aprile 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Operazione “memoteca”

    La prima parte del nostro progetto si è posta l’impegno di trasformare tutti noi ragazzi in dei veri e propri custodi della nostra terra, facendone riemergere la storia, il mito, la memoria. Per questo l’abbiamo definita “Operazione memoteca”, perché ha …

  • 29 Marzo 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Reporter per un giorno: noi, “Cronisti in classe”

    Il nostro istituto partecipa all'iniziativa del quotidiano “Il Resto del Carlino” che permette agli studenti di diventare dei veri e propri giornalisti e di scrivere alcune pagine di giornale, offrendo loro la possibilità di sperimentare in prima persona il significato …

  • 27 Marzo 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Riflettiamo sull'articolo 27 della Dichiarazione

    Tra tutti gli articoli della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, ci siamo fermati a riflettere sul n. 27 – comma 1, che afferma: “Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti …

  • 26 Marzo 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Cominciamo... dai diritti

    Il nostro percorso è partito da un’attività di brainstorming che ha fatto seguito a una domanda postaci dall'insegnante: “Che cos'è un diritto?”. Qualcuno di noi ha sostenuto che il diritto è un privilegio, un merito acquisito. Altri hanno affermato che …

  • 24 Marzo 2020
    M. C. - Porto Viro (Rovigo)

    Si parte (anche da casa)!

    Certamente nessuno di noi avrebbe immaginato un inizio in questa modalità domestica… A dicembre avevamo accolto con grande entusiasmo la nostra ammissione alla partecipazione a questo importantissimo concorso e ci eravamo dati subito da fare per iniziare le varie attività …