VORREI UNA LEGGE CHE... CONTRASTASSE OGNI FORMA DI VIOLENZA FISICA E VERBALE IN TUTTE LE SCUOLE D'ITALIA

  • VINCITORE
  • Anno scolastico 2020-2021
  • Presentato da Istituto Comprensivo Elio Vittorini, Scicli (Ragusa) - Classe 5D Plesso Sampieri

 

 

 

 

I ragazzi approfondiscono il principio di legalità e di giustizia e durante le discussioni si trovano tutti accomunati dal desiderio di difendere da ogni forma di violenza coloro i quali risultano più fragili attraverso una serie di iniziative, improntata al senso di solidarietà verso gli altri, da svolgere all'interno dell'istituzione scolastica. Nella proposta di legge propongono di istituire in tutte le scuole d’Italia la Giornata della solidarietà scegliendo come data quella del 23 aprile, nella quale si celebra “La Giornata Internazionale del Libro”. Facendo riferimento alla figura di Malala, hanno l'idea di creare un simbolo identificativo da imprimere su delle maglie bianche, da indossare in occasione della giornata: un occhio con al suo interno una matita. Per completare il loro percorso sulla legalità e per dare atto del loro comportamento responsabile nei confronti delle ingiustizie, propongono di dare un “premio” o per meglio dire, un “merito”, a coloro i quali durante l’anno scolastico hanno attuato una condotta rispettosa delle regole in termini personali ma anche scolastici. Per dare seguito a tale necessità, hanno avuto l’idea di creare una sorta di “Passaporto”, un vero e proprio lasciapassare che documenti l’identità di ogni alunno/a in materia di condotta, responsabilità e buone maniere, da rilasciare da parte dei docenti di classe a coloro i quali hanno avuto nel corso dell'anno comportamenti virtuosi e solidali.

Concretizzano il lavoro svolto in un bel libro cartaceo che contiene disegni, progetti, pensieri degli alunni e rende conto, attraverso le loro illustrazioni, del percorso fatto per la realizzazione dell'elaborato.

VORREI UNA LEGGE CHE... CONTRASTASSE OGNI FORMA DI VIOLENZA FISICA E VERBALE IN TUTTE LE SCUOLE D'ITALIA